de fenu


Vai ai contenuti

Menu principale:


Chirugia orale e implantologia

Specializzazioni

La chirurgia
La chirurgia odontoiatrica con le moderne metodiche di anestesia non riserva più brutte sorprese: il dolore intraoperatorio è completamente annullato, ed a casa la terapia, anche a base di farmaci omeopatici ed omotossicologici, riesce a mantenere sotto controllo molto bene i sintomi dolorosi.
La chirurgia odontostomatologica si occupa di:
estrazione di denti molto malati o distrutti che non è possibile salvare con altra terapia (per es con la endodonzia)
estrazione di residui radicolari
rimozione di radici o di denti rimasti inclusi o semi-inclusi nell'osso come gli "ottavi in disodontiasi" o "ottavi inclusi" (denti del giudizio)
asportazione dell'apice del dente coinvolto in processi infiammatori, quando non trattabili con la sola endodonzia (apicectomia)
asportazione di cisti dentarie: formazioni cistiche che interessano un dente o i suoi tessuti di sostegnola cisti dentaria può determinarsi per errori di sviluppo dei tessuti deputati all'odontogenesi o per stimolo infiammatorio
asportazione di cisti follicolari: formazioni cistiche caratterizzate dalla presenza di un dente la cui corona è contenuta nella cavità cistica mentre la radice ne è al di fuori ed in rapporto con l'osso circostante
asportazione di cisti radicolari: cisti di origine infiammatoria, compaiono a livello della radice e sono originate da processi granulomatosi
asportazione di cisti residue: cisti radicolari che residuano all'avulsione del dente con il quale erano in rapporto risultando isolate nel contesto osseo
asportazione di cisti traumatiche: conseguenti ad un trauma o ferita
asportazione di piccoli tumori e neoformazioni del cavo orale
scappucciamenti di elementi dentari inclusi (durante terapia ortodontica)
a scopo implantoprotesico può rendersi necessario l'elevazione del pavimento del seno mascellare mediante innesto di materiale biocompatibile (osso autologo o eterologo, fattore di crescita derivante dalle piastrine ecc.)
frenulectomia (asportazione dei frenuli mediani e linguali)
osteoplastica (rimodellamento dell'osso) a scopo preprotesico
estrazione di denti sani in casi di "affollamento dentario" (situazione in cui la larghezza complessiva degli elementi dentari di un'arcata è superiore alla larghezza dell'arcata stessa) o ai fini di una corretta terapia ortodontica.


L'implantologia
Si occupa della sostituzione di elementi dentali compromessi o già mancanti, con impianti in titanio attraverso un intervento chirurgico. Gli impianti "moderni" hanno generalmente una forma più o meno cilindrica con delle spire per aumentare la ritenzione primaria. Un tempo si utilizzavano impianti a "lama", oggi meno frequentemente utilizzati.A guarigione avvenuta (processo di "osteointegrazione" dell'impianto) è possibile alloggiare nell'impianto (invisibile in bocca) un moncone che viene utilizzato come sostegno per la protesi fissa o per la protesi rimovibile (contribuendo alla sua stabilità).L'implantologia è ormai una metodica standardizzata senza elevati rischi di insuccesso. Rimane comunque una scelta da farsi in modo oculato, ricordando che non in tutte le situazioni è possibile inserire gli impianti, sia per problematiche generali (osteoporosi, cardiopatie, diabete...) che locali (insufficiente osso, malattia parodontale grave, scarsa igiene...).Lo studio 2 è completamente attrezzato per eseguire interventi di implantologia.Un esame radiografico è fondamentale prima di un intervento di implantologia!Il risultato però deve essere mantenuto con un’ottima igiene per evitare che i batteri della placca vadano a depositarsi intorno all’impianto e determinino sofferenza e perdita dell’osso di sostegno (perimplantite), come del resto succede ai denti naturali. I controlli devono essere periodici nel tempo e valutati dal medico poiché l’impianto, a differenza dei nostri denti, non fa male e quindi i sintomi di eventuali infezioni ed infiammazioni possono passare inosservati e non essere avvertiti dal paziente se non quando diventano importanti.Il controllo quindi serve a preservare e ad allungare la vita di un impianto come quella di un dente naturale.

Home Page | Team | Dove siamo | Mission | Contatti | Struttura | Specializzazioni | Mappa del sito


powered By errelle.eu | info@errelle.eu

Torna ai contenuti | Torna al menu